01. La dimensione spaziale della scrittura esposta in età medievale. Discipline a confronto, a cura di Daniele Ferraiuolo

01. La dimensione spaziale della scrittura esposta in età medievale. Discipline a confronto, a cura di Daniele Ferraiuolo

01. La dimensione spaziale della scrittura esposta in età medievale. Discipline a confronto, a cura di Daniele Ferraiuolo

Product Code: ISBN 978-88-6809-336-5
Product available in stock : 99
  • 54.00€

    54.00€   0% off

QUADERNI DELLE INSCRIPTIONES MEDII AEVI ITALIAE, 1

Atti del Convegno di studio (Napoli, 14-16 dicembre 2020)

Spoleto 2022, pp. XVIII-248, tavv. f.t. 91, ISBN 978-88-6809-336-5

Le scritture esposte, destinate a tramandare il ricordo di una persona e del suo operato, illustrare le scene di un ciclo pittorico o informare variamente il lettore, possono essere analizzate proficuamente anche nella loro dimensione spaziale. Negli ultimi anni si è assistito ad un notevole incremento degli studi sul tema dell’interdipendenza tra scrittura e immagine e tra spazio, architettonico o territoriale, ed epigrafi. Ciò nonostante, il panorama attuale è ancora disomogeneo e incapace di offrire una visione generale del problema.

Il volume riunisce gli interventi presentati al Convegno La dimensione spaziale della scrittura esposta in età medievale. Discipline a confronto, organizzato dall’Associazione San Bonaventura Onlus di Napoli nel dicembre 2020. I contributi focalizzano l’attenzione – grazie a un confronto interdisciplinare animato da archeologi, paleografi, storici, storici dell’arte – sul grado di visibilità delle scritture esposte in ambito urbano, ecclesiastico, monastico, ponendo al centro del dibattito la funzione mediatrice delle iscrizioni nel dialogo tra l’osservatore e lo spazio circostante durante tutto l’arco del medioevo.  

Contents:
G. Cavallo, Prefazione - D. Ferraiuolo, Premessa - C. Caccavale, Saluti - A. E. Felle, Scritture esposte e graffiti. Alcune note di riflessione - A. Augenti, Epigrafia e città medievale (V-XIV secolo): uno sguardo archeologico - M. Sannazaro, Testo e contesto nell’epigrafia altomedievale: due esempi di ambito lombardo - C. Lambert, La dimensione spaziale della scrittura esposta nelle capitali di Principato meridionali, tra Longobardi e Normanni - D. Ferraiuolo, Interpretare lo spazio, la scrittura, il contesto. Nuove ricerche di archeologia dei monasteri - F. De Rubeis, Reliquie e iscrizioni nella Roma dei secoli VIII-IX - E. Pallottini, Reliquiari come spazi grafici, tra esposizione e occultamento delle iscrizioni. Osservazioni ed esempi relativi alla produzione epigrafica altomedievale - R. Farinelli,  Specchio epigrafico e spazi simbolici nella chiesa abbaziale di S. Antimo (Montalcino, SI) - G. B. Bordi - S. Calò - P. Fioretti, Leggere lo spazio sacro. La cattedrale di Bari in un approccio interdisciplinare -  G. M. Annoscia, Alla ‘ricerca della spazialità perduta’ di alcune scritture esposte di committenza pontificia a Roma nel basso medioevo - L. Magionami, Spazio e scritture esposte ad Arezzo: qualche considerazione sulle epigrafi del duomo - M. Bottazzi, La dimensione spaziale della scrittura esposta nell’abside della Basilica di Aquileia - C. Tristano, Conclusioni.