Italiano English
35. Massimo Oldoni, GLORIA MAGISTRI. Orizzonti letterarî e orali della cultura mediolatina

35. Massimo Oldoni, GLORIA MAGISTRI. Orizzonti letterarî e orali della cultura mediolatina

Codice Prodotto: ISBN 978-88-6809-172-9
Disponibilità: In Stock
Prezzo: 80,00€

COLLECTANEA                    (VISIONA TUTTI I VOLUMI DELLA SERIE)

Spoleto 2018, pp. XII-844, isbn ISBN 978-88-6809-172-9

Come per vivere il presente e prefigurare il futuro è necessario conoscere il passato, così ritrovare e rileggere pagine scritte nei differenti momenti d’una crescita di curiosità significa misurarsi di nuovo con le motivazioni profonde della vita. Discipuli victoria magistri est gloria: la frase, scritta in un’epistola di Gerberto d’Aurillac, sembra riferirsi ad una gerarchia intellettuale inevitabile. Eppure, di fronte ad una cultura che dall’alto Medioevo in poi rimane privilegio di un’élite sempre più aristocratica e insensibile alle ricadute sulle quotidianità delle classi subalterne, la letteratura può offrire direzioni alternative contigue all’immenso panorama delle sapienze ebraiche, grecolatine ed arabe. Il brulicante mondo analfabeta dei credenti e dei laici sta alla base del de seculo fugitivus, amplissimo contorno di testimoni e di opere che, in un costante rischio di marginalità,descrivono e raccontano realtà lontane dalle istituzioni.

Indice: 
Premessa - Avvertenza - Parte prima: discipuli victoria - 1. Alle origini della storiografia medievale - 2. L’ignoto Liber Maronis medievale tradotto dall’antico - 3. Agiografia longobarda tra secolo IX e X: la leggenda di Trofimena - 4. La cultura latina a Salerno nell’alto medioevo - 5. I confini della cultura latina nel Salento medievale - 6. Ilderico di Benevento - 7. La terra e l’anima - 8. Un’agiografia del sangue: dal Chronicon di San Vincenzo al Volturno (libro III) a Tibhirne - 9. Dionigi alla corte di re Roberto - 10. La Hyppocratica civitas e le relazioni culturali fra Napoli, Salerno e il Mediterraneo - 11. Difesa della libertà ed esegesi del potere nella storiografia su Ruggero II - 12. L’ignobile gioco di un cronista dimenticato - 13. Phrenesis di una letteratura solitaria - 14. La disputa di Gerberto d’Aurillac con Otrico di Magdeburgo e la nascita della scienza - 15. Il mondo senza santi: la letteratura scientifica e la soglia del magico - 16. Dalla pedagogia alla paura. Dal «Dialogus inter Deum et peccatorem» di Lotario di Segni all’annientamento di Federico II - Parte seconda: de seculo fugitivus - 17. Approdo all’isola-che-non-c’è: la scoperta del medioevo - 18. Il Medioevo: qualità della vita o qualità della speranza? - 19. I luoghi della cultura orale - 20. La tradizione orale e folclorica - 21. Il mediolatino: una lingua rigenerata dall’oralità - 22. Letteratura e oralità nel «Liber de apparitione Sancti Michaelis in Monte Gargano» - 23. La questione dell’anno Mille - 24. Liutprando oltre il magazzino delle maschere - 25. Le inquietudini monastiche - 26. Guerra e pace nell’epica medievale - 27. La “scena” del Medioevo - 28. Tecniche di scena e comportamenti narrativi nel teatro profano mediolatino (secc. IX-XII) - 29. L’artificio meraviglioso. Dedali e labirinti di un teatro medievale - 30. Gli ‘irregolari’ in piazza e la grande paura del Medioevo spettatore - 31. Via dalla pazza folla. L’altro e l’altrove nella letteratura del medioevo - 32. Il ghiaccio e la balena: acque e abitatori della conoscenza medievale - 33. Ludolfo di Suchem e l’eclisse della luna - 34. Introduzione a Giovanni di Hildesheim, Storia dei Re Magi. Libro delle gesta e delle traslazioni dei Tre Re.