Italiano English
08. FRAMMENTI DI UN DISCORSO STORICO. Per una grammatica dell’aldilà del frammento, a cura di Caterina Tristano

08. FRAMMENTI DI UN DISCORSO STORICO. Per una grammatica dell’aldilà del frammento, a cura di Caterina Tristano

Codice Prodotto: ISBN 978-88-6809-165-1
Disponibilità: In Magazzino
Prezzo: 90,00€

PALAEOGRAPHICA, 8 - Collana di studi di storia della cultura scritta
(scopri tutti i volumi della serie)

Spoleto 2018, pp. XII-652, tavv. f.t. 86, ISBN 978-88-6809-165-1

Il frammento in genere è per sua stessa natura parte di un tutto o trae valore dal suo essere irriducibilmente singolo e singolare? Questa è la domanda che si è posto un gruppo di ricercatori impegnati nello studio della storia del libro e della scrittura medievale latina e greca e appartenenti a varie università italiane - Firenze, Siena, Padova, Pavia, Bologna, Cassino – consorziate in un progetto di interesse nazionale, denominato Bibliotheca Italica Manuscripta (BIM).  La domanda è stata rivolta a specialisti di diverse discipline in un incontro che si è tenuto a Siena nel dicembre del 2015. L’invito è stato accolto da semiotici, archeologi, papirologi, studiosi del libro e della scrittura del mondo ebraico o dei vari territori del Medioriente islamico, musicologi, epigrafisti, storici del diritto, informatici, oltre che alcuni colleghi paleografi e codicologi italiani e stranieri, operanti presso università e enti di ricerca o presso alcune delle maggiori biblioteche europee. L’interesse del tema trattato ha coinvolto in seguito anche altri ricercatori europei e dal contributo di tutti è nato questa miscellanea di studi.
Dal confronto di vari approcci di analisi scientifica è emersa una visione intellettuale condivisa, su cui fondare una sorta di “grammatica del frammento”, pur nella consapevolezza di aver fatto solo un piccolo e incompleto passo verso la comprensione di un concetto che trasversalmente coinvolge la ricerca scientifica nel suo insieme, dalle scienze “esatte” a quelle umanistiche, dalle discipline applicative a quelle speculative. La speranza di tutti coloro che con entusiasmo hanno partecipato all’impresa è che altri passi si compiano nel campo dell’incontro di modi differenti di interpretazione del reale, perché altri muri cadano: quelli intellettuali, in primis.

Indice:

C. Tristano, Presentazione - T. Lancioni, Il tutto, in parte - G. Patota, Frammenti di vita negli antichi volgari italiani - E. Bartoli, Frammenti di un dictamen storico: il caso dei frammenti di storia nei testi di epistolografia del XII secolo - C. Lagomarsini, « Filologia del frammento »? Nuovi affioramenti romanzi tra impatto filologico e storico-letterario - G. M. Millesoli, Una nuova testimonianza di volgarizzamento biblico nella Toscana medievale - E. Giazzi, I frammenti dei classici fra tradizione testuale e storia della cultura: il caso di Cremona - N. Giannini, Dal frammento alla città. Archeologia dell’edilizia per la Roma Medievale - R. Farinelli, Frammenti di memorie scolpite. Il caso dell’abbazia di S. Antimo (Montalcino - SI) - E. Zanini, Entangled <> Submerged: approcci archeologici alla frammentarietà della fonte - F. De Rubeis - D. Ferraiuolo, Frammenti di uno ‘scriptorium’: San Vincenzo al Volturno - F. Manzari, Bibliofili, mercato antiquario e frammenti miniati: le peripezie dei fogli di Vittorio Giovardi tra XVIII e XX secolo - A. Antonelli, Riflessioni intorno al fenomeno dei frammenti di libri latini e romanzi tra Bologna e Modena - L. Del Corso, Dal frammento al testo: considerazioni sparse per un percorso papirologico - A. D’Ottone Rambach, Frammenti di manoscritti arabi: una conoscenza frammentaria - M. Perani, A trentasette anni dal decollo della ricerca dei frammenti ebraici riusati come legature in Italia. Il tutto nel frammento - N. Tangari, I frammenti liturgico-musicali di Città di Castello come esempio - T. Falmagne, Fragmentologie et histoire des bibliothèques le cas de la « Grande Région » (Luxembourg, Lorraine, Sarre) - M. E. Martín López, La investigación sobre fragmentos en España. Estado de la cuestión - M. Bernasconi Reusser, La ricerca e la catalogazione dei frammenti di manoscritti in Svizzera e il progetto Fragmentarium - K. Kaska - F. Simader, Vom Umgang großer Bibliotheken mit Fragmenten am Beispiel der Österreichischen Nationalbibliothek - C. Egger, Die Erfassung und Erforschung mittelalterlicher Handschriftenfragmente in Österreich - ein Überblick - S. Buttò, Il programma MANUS e la catalogazione di frammenti di codici in Italia - J. A. Iglesias-Fonseca, La investigacion sobre fragmentos y membra disiecta en Cataluña: jirones de un ilustre patrimonio bibliográfico - F. Bernardi - P. Eleuteri, Presentazione della pagina web Fragmenta Italica Manuscripta (BIM/FIM) - P. Degni, Frammenti greci a Bologna - L. Magionami, Frammenti di codici, frammenti di letteratura omiletica: alcune testimonianze dell’archivio di stato di Arezzo - M. Marchiaro, Frammenti e antichi inventari - M. Mordini, Verso la catalogazione dei frammenti giuridici dell’Archivio di Stato di Arezzo: prime riflessioni e ipotesi di lavoro - C. Tedeschi - I. Vezzosi, Una biblioteca nascosta. Frammenti di una bibbia atlantica e di altri codici nell’Archivio storico diocesano di Penne e Pescara - C. Tristano, Postfazione - Indice delle figure - Indice delle fonti.