22. Marco Aimone - Alessandro Tosini, L’antica basilica di Sant’Eusebio a Vercelli. Architettura e liturgia

22. Marco Aimone - Alessandro Tosini, L’antica basilica di Sant’Eusebio a Vercelli. Architettura e liturgia

22. Marco Aimone - Alessandro Tosini, L’antica basilica di Sant’Eusebio a Vercelli. Architettura e liturgia

Product Code: ISBN 978-88-6809-369-3
Product available in stock : 97
  • 92.00€

    92.00€   0% off

STUDI E RICERCHE DI ARCHEOLOGIA, 22                         ALL THE BOOKS OF THE SERIES

Spoleto 2022, pp. XIV-244, tavv. ft. 80, ISBN 9788868093693

Il volume presenta i risultati di vent’anni di studio sistematico dedicato all’antica basilica di Sant’Eusebio di Vercelli, edificata nel VI secolo come chiesa martiriale per custodire il corpo del primo vescovo vercellese, divenuta cattedrale nel X, demolita fra tardo XVI e inizio XVIII. Disegni e documenti finora inediti hanno permesso di dimostrare che la basilica era stata progettata come copia in scala ridotta, eppure estremamente fedele, del San Pietro in Vaticano, fatto costruire due secoli prima dall’imperatore Costantino. Sono state indagate tutte le testimonianze ancora esistenti relative all’edificio: resti architettonici, materiali di scavo e iscrizioni; fonti d’archivio, manoscritti liturgici, testi letterari e documentazione grafica. Ciò ha permesso di ricostruire le forme e le dimensioni dell’antico Sant’Eusebio, gli apparati decorativi e gli arredi, con nuove ipotesi che riguardano fra l’altro opere d’arte dibattute, come le sculture del pulpito già ritenuto “antelamico”. Con pari attenzione è stata indagata la vita liturgica del Sant’Eusebio, il così detto rito eusebiano. Dall’indagine sul contesto storico e religioso della città di Vercelli nell’alto Medioevo, è emerso con chiarezza il forte legame con la città di Roma, incentrato sul confronto tra il vescovo Eusebio e l’apostolo Pietro.

 
Contents:

 E. Panero, Presentazione - B. Brenk, Prefazione - M. Aimone, Introduzione  - 1. Il vescovo, la basilica, la città - 1.1. Eusebio e la Chiesa vercellese - 1.2. Il sepolcro venerato  - 1.3. Da chiesa cimiteriale a santuario, da santuario a cattedrale - 1.4. Fortuna critica dell’antica basilica eusebiana - 1.5. Scavo nel terreno, scavo nelle carte: metodologia di indagine - 2. Documenti, immagini, resti materiali - 2.1. Descrizioni - 2.2. Fonti liturgiche - 2.3. Fonti iconografiche - 2.4. Materiali architettonici - 2.5. Materiali di scavo - 2.6. Arredi liturgici - 2.7. Epigrafi - 3. Architettura e apparati decorativi - 3.1. Atrio - 3.2. Navate - 3.3. Transetto - 3.4. Abside - 3.5. Campanile - 3.6. Vani sussidiari - 4. Spazi e tempi della liturgia - 4.1. Area presbiteriale - 4.2. Transetto - 4.3. Navate mediane - 4.4. Navatelle esterne - 4.5. Sacrestia - 4.6. Atrio - 5. Progetto, modello, confronti - 5.1. Il progetto della basilica eusebiana - 5.2. Il San Pietro costantiniano: struttura, progetto, arredi liturgici - 5.3. San Pietro e Sant’Eusebio: il rapporto modello/copia - 5.4. San Pietro come modello: tarda Antichità e alto Medioevo - 5.5. Dal modello alla copia: scelte simboliche e soluzioni funzionali - 6. Conclusioni: la basilica eusebiana nel contesto - 6.1. Datazione delle fasi architettoniche - 6.2. Committenti, progettisti, maestranze - 6.3. Architettura e liturgia: percorsi divergenti - 6.4. Nel segno di Pietro, nel nome di Eusebio - Appendici - I. Cronologia della basilica attraverso le fonti scritte - II.  Fonti scritte relative alla basilica - III. Iscrizioni esposte nella basilica, dalle origini alla fine del XVI secolo - IV. Tavola sinottica delle dimensioni della basilica attraverso le piante esistenti - Tavole - Bibliografia - Indice dei nomi e delle cose notevoli.