02. Béranger de Saint-Affrique, Vita di Chiara da Montefalco, introduzione di Enrico Menestò, traduzione di Rossana Guglielmetti

02. Béranger de Saint-Affrique, Vita di Chiara da Montefalco, introduzione di Enrico Menestò, traduzione di Rossana Guglielmetti

02. Béranger de Saint-Affrique, Vita di Chiara da Montefalco, introduzione di Enrico Menestò, traduzione di Rossana Guglielmetti

Product Code: ISBN 978-88-6809-386-0
Product available in stock : 196
  • 12.00€


I TASCABILI, 2              (ALL THE BOOKS OF THE SERIES)

Spoleto 2023, pp. XXXIV-104, ISBN 9788868093860

Scritta da Béranger de Saint-Affrique, quasi certamente nel 1310, la Vita di santa Chiara della Croce da Montefalco dovette essere parte integrante del dossier pre­disposto per la causa di canonizzazione di Chiara, di cui lo stesso Berengario (che fu vicario del vescovo di Spoleto negli anni 1308-1310) fu iniziale protagonista e strenuo difensore. Grazie all’azione di colui che fu agiografo quasi per caso, la «piccola grandissima donna» di Montefalco – come l’ha definita Claudio Leonar­di – sarebbe diventata, nell’universalità del significato della sua esperienza, uno straordinario punto di riferimento, non solo nella storia dei santi in Italia tra XIII e XIV secolo, ma anche nella stessa storia della coscienza mistica cristiana.

Contents:
Premessa - E. 
MenestòLa biografia di Chiara scritta da Béranger de Saint-Affrique 1. La scoperta nel cuore di Chiara dei simboli della passione di Cristo - 2. La prima inquisitio e la Vita scritta da Berengario - 3. La struttura della Vita e la disposizione della materia - 4. L’immagine di Chiara nella Vita di Berengario - 5. Mistica e santità - 6. Conflitti, cardinali, eretici - 7. L’universalità di Chiara - Béranger de Saint-AffriqueVita di Chiara della Croce - Prologo - I. L’infanzia di Chiara, trascorsa nella casa paterna, e il suo ingresso nel reclusorio e la vita che vi conduceva - II. Il trasferimento di Chiara in un altro reclusorio e come vi viveva - III. La costruzione del monastero della Santa Croce, la pro­mozione di Chiara al ruolo di badessa e come lo resse - IV. Le estasi nelle quali Chiara veniva rapita, e la sua compas­sione per il prossimo in difficoltà e amore per i nemici - V. Lo spirito profetico e le rivelazioni concesse a Chiara - VILo zelo per la fede cattolica di cui Chiara era accesa, e come combatté gli eretici della setta dello spirito di libertà - VII. Le rivelazioni che Chiara ricevette su varie persone e le visioni che altri ebbero su di lei - VIII. Come Chiara abbia concluso la sua vita e il suo beato trapasso -  IX. Come, incidendo il corpo di Chiara, si trovarono i segni della passione di Cristo nel suo cuore e quelli della Trinità nella cistifellea - XLa visione che un frate dell’Ordine dei Minori ebbe su Chiara - XI. Vari miracoli che Dio operò per i meriti di Chiara.